Educazione in viaggio

Ieri ho letto un articolo su una allegra famigliola inglese, che per fare una foto “birbantella” al figlio ha rotto un sarcofago in pietra di 800 anni!
Il danno è riparabile, fortunatamente, ma la vicenda di questa famiglia mi ha fatto riflettere su qualcosa a che mi ronzava da tempo in testa: quanto siamo incivili quando visitiamo un posto o un museo?

Le settimane passate, chi ci segue su instagram lo sa, abbiamo visitato la Grecia continentale; un po’ ovunque ci ha innervosito il comportamento di alcuni turisti che, incuranti delle regole, salivano su i resti di colonne nei siti, scavalcavano recinzioni… fortuna che i monumenti lì sono ben controllati e scattava subito il fischietto ammonitore (qualcuno è stato addirittura rincorso!); usare i musei come parchi giochi, urlare tanto da far richiamare al silenzio, poi arriva l’aspetto peggiore, la completa noncuranza dell’ambiente!

Se ci tenete tanto a farvi selfie in spiagge da togliere il fiato allora RISPETTATELE!

Alcune buste e bicchieri di plastica che ho raccolto su una delle spiagge più belle di Lefkada.

Non ci vuole molto, basta buttare il bicchiere del caffè nei bidoni della differenziata! A prescindere dall’essere o meno zero waster il minimo che si possa fare è non lasciare ovunque traccia del proprio passaggio. Fate in modo che anche le prossime generazioni possano scattarsi un selfie su quella bellissima spiaggia!

…Siate più viaggiatori e meno turisti…

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *